iphone-ekg1

Come abbiamo già detto in un altro articolo, sembra che il nuovo iPhone 6 possa essere presentato già a Giugno. Per questo motivo iniziano a rincorrersi i vari rumors su quali saranno le probabili caratteristiche del nuovo “melafonino”. In particolare si sarebbe diffusa l’idea che il successore di iPhone 5 potrebbe essere realizzato con tecnologie di sicurezza biometriche che rappresenterebbero una novità assoluta rispetto ai diretti concorrenti.  La notizia è stata fornita dall’analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities che ha ipotizzato l’introduzione di tecnologie biometriche in quanto Apple avrebbe acquisito a Luglio del 2012 la società AuthenTec che si occupa, appunto, di tecnologie per l’osservazione di parametri biomedici.

Secondo questo analista, sarà proprio il 2013 l’anno in cui le tecnologie acquisite da Authentec verranno utilizzate da Apple. In particolare, sembrerebbe che “la mela” abbia intenzione di inserire un rilevatore di impronte digitali proprio sotto il pulsante Home: una soluzione che permette di introdurre qualcosa di nuovo ma non modifica il design tipico di Apple.

Ricordiamo che Kuo si è rivelato molto preciso in altre circostanze: già era riuscito ad individuare con molto anticipo diverse novità dei “melafonini” precedenti. L’analista ricorda inoltre che è possibilissimo introdurre un sensore biometrico sotto un altro pulsante fisico: esistono già dispositivi Android e Windows Phone equipaggiati con più di un pulsante al di sotto dello schermo, la maggior parte con sistemi a sfioramento e che, quindi, non hanno necessità di ricevere un’azione meccanica.

L’introduzione di questa tecnologia potrebbe semplificare di molto la vita degli utenti nel blocco/ sblocco del dispositivo. Infatti potremmo finalmente dire addio al Pin:  basterebbe infatti la nostra impronta digitale per accedere allo sblocco della sim. Inoltre, dimentichiamoci anche l’inserimento di password per il blocco del “melafonino” quando il telefono è acceso: basterebbe appoggiare il dito sul tasto home per avere di nuovo lo smartphone completamente operativo. Naturalmente questa tecnologia potrebbe avere anche i suoi svantaggi: cosa succederebbe se per emergenza prestassimo il nostro smartphone ad un famigliare? Non sarebbe in grado di utilizzare lo smartphone! Naturalmente prima di porsi questi problemi, bisognerà verificare se davvero Apple introdurrà questa tecnologia  nei suoi prossimi smartphone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.