Cos’è e come si usa il diffusore di oli essenziali

diffusore di oli essenziali

Cos’è e come si usa il diffusore di oli essenziali

Il diffusore di oli essenziali è un piccolo dispositivo che consente la propagazione degli oli essenziali nell’aria. Grazie all’evaporazione, trasforma un olio essenziale o qualsiasi altro estratto vegetale naturale sotto forma di piccolissime molecole che si propagano nell’aria, diffondendo un aroma leggero e persistente. Può essere posizionato in qualsiasi ambiente della casa per profumare, detergere o aumentare il benessere.

Come funziona il diffusore di oli essenziali?

Il diffusore di oli essenziali può essere realizzato con i materiali più disparati (legno, vetro, acrilico, ceramica, ecc.) e funziona attraverso l’acqua, il calore oppure gli ultrasuoni.

Questa tecnologia impercettibile a base di ultrasuoni rispetta e preserva i benefici degli oli. Conserva le loro qualità olfattive, non scalda, non modifica la loro composizione e permette di beneficiare di tutte le loro proprietà.

Perché oltre a conferire un gradevole profumo a una stanza, gli oli essenziali sono davvero sorprendenti per la casa come per il benessere personale.

Alcuni dispositivi richiedono il riempimento di un serbatoio con acqua mineralizzata, altri richiedono solo il posizionamento di alcune gocce su un supporto. Per regolare la durata del funzionamento, alcune emittenti sono dotate di un timer.

Un diffusore atmosferico, infatti, non deve essere lasciato funzionare in continuo, perché i principi attivi degli oli sono molto concentrati. Sono ampiamente sufficienti 10 minuti di diffusione per un olio puro in una stanza di circa 30 m². Aggiungendo acqua, la diffusione può essere molto più lunga.

Alcuni dispositivi possono essere utilizzati di notte senza alcun pericolo, in quanto dispongono di un timer e di un sistema di spegnimento automatico. Alcuni oli essenziali, infatti, sono in grado di migliorare la qualità del sonno.

Perché usare i diffusori di oli essenziali?

Questi efficaci profumatori naturali fanno molto più che diffondere la loro fragranza in casa. Innanzitutto sono ottimi per sanificare l’aria domestica: spesso ci preoccupiamo della qualità dell’aria esterna, dell’inquinamento, ma più raramente della qualità dell’aria sotto il nostro tetto.

Alcuni oli essenziali sono antibatterici e/o antimicrobici e possono quindi aiutarti a pulire e purificare i tuoi interni. Pensiamo ad esempio all’olio essenziale di limone, pino, lavanda o menta. Al di là di questo aspetto purificante, altri oli essenziali sono riconosciuti per le loro qualità calmanti: il mandarino, la camomilla o la lavanda sono consigliati prima di andare a letto per facilitare il sonno.

Alcuni oli essenziali permettono di liberare i bronchi, sbloccare il naso come l’eucalipto e il pino silvestre che aiutano a facilitare la respirazione. Il ginepro combatte le tensioni accumulate nel corpo, il lavandin grosso aiuta il rilassamento muscolare (contro crampi e dolori), e la citronella è famosa per respingere le zanzare e altri insetti. Ma invece di spruzzarla sul tuo corpo, puoi scegliere di diffondere il suo olio essenziale, che è innocuo per la pelle.

Alcune candele profumate, sebbene piacevoli, possono dare problemi di allergia. L’utilizzo di un diffusore di oli essenziali (rispettando le raccomandazioni di durata) è privo di controindicazioni.

Ricorda di pulire regolarmente il tuo diffusore per ottimizzarne l’efficacia e goderne tutti i benefici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.