Navigare in Tethering con il PC ed un dispositivo Android o iOS

tethering

 

Utilizzare il tethering per navigare da PC utilizzando la connessione dati dello smartphone è una pratica molto comoda che coniuga la possibilità di accedere ad internet in ogni momento, con la possibilità di visualizzare pagine web ed email da computer, più comodo e funzionale.

Questa pratica è resa più semplice dall’avanzamento tecnologico degli ultimi smartphone, ma ancora si presenta il fastidioso problema di tempi eccessivamente lunghi di caricamento delle pagine web sul pc attraverso il tethering, a causa della natura stessa delle pagine web, disegnate per essere visualizzate attraverso le veloci rete ADSL, e per questo farcite con noncuranza da grafica ed effetti visivi decisamente ingombranti. Attraverso qualche accorgimento tuttavia è possibile snellire il caricamento delle pagine sul browser che naviga attraverso tethering, ad esempio negando l’esecuzione dei contenuti flash dei siti web che vengono visualizzati.

Per ottenere però il risultato migliore, sono disponibili software accessori per i browser più popolari, Internet Explorer, Google Chrome, Firefox, Opera, che agiscono autonomamente per ridurre al minimo i tempi di caricamento quando si naviga con traffico dati. Il primo passo è certamente quello di disabilitare le immagini:

Chrome :

  • Lanciare il pannello Settings;
  • Cliccare su Mostra impostazioni avanzate nella parte inferiore dello schermo;
  • Click su Impostazioni contenuto sotto la voce Privacy;
  • Selezionare: “Non mostrare alcuna immagine”.

Firefox:

  • Lanciare la finestra di Opzioni;
  • Cliccare sulla icona Contenuto;
  • E togliere la spunta in “Caricare le immagini automaticamente “.

Internet Explorer:

  • Lanciare la finestra di Opzioni Internet;
  • Click sulla tab Avanzate;
  • Raggiungere la sezione Multimedia;
  • Togliere la spunta su “Mostra immagini “

Opera:

  • Lanciare la finestra di Preferenze;
  • Click sulla tab Webpages;
  • Selezionare il box “Nessuna immagine nella sezione appropriata”.

Opera Turbo:

E’ una soluzione che è presente solo su Opera: Le pagine web che si visualizzano – quando questa opzione è abilitata – passano prima da un proxy di Opera che epura i siti dal contenuto inutile, ottimizzandone il caricamento per favorire le connessioni più lente. Per abilitare Opera Turbo su Opera, click sulla icona Opera Turbo nella finestra principale del browser, posto nella sezione in basso della interfaccia.
Disabilitare l’aggiornamento Automatico:

Le versioni più recenti dei browser di aggiornano automaticamente senza alcun indizio all’utente. Questa pratica però, con connessione dati, rallenta notevolmente la navigazione, ed è quindi bene disabilitarla sino a quando si ha a che fare con connessione tramite tethering.

Chrome

  • Google fornisce informazioni precise per disabilitare gli aggiornamenti automatici attraverso questo sito ufficiale.

Firefox

  • Lanciare la schermata delle Opzioni;
  • Cliccare sulla icona Avanzate;
  • Click sulla tab Aggiornamento, e disabilitare gli aggiornamenti automatici;

Internet Explorer

IE aggiorna se stesso automaticamente grazie a Windows Update. E’ quindi necessario evitare gli aggiornamenti del browser (non quelli di sicurezza), deselezionando la casella di spunta relativa ad Internet Explorer nel pannello di riepilogo di Windows Update.

Opera

  • Lanciare la finestra di Preferenze;
  • Click sulla tab Avanzate;
  • Selezionare Sicurezza;
  • Selezionare “Notifica quando è disponibile un aggiornamento” presente nella sezione Auto-Update.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.