DataWind UbiSlate 7, un tablet a soli 47 dollari.

Moltissimi intervistati durante le vacanze natalizie dalle varie agenzie che si occupano di statistiche, avevano espresso il desiderio di trovare sotto il proprio albero di natale un iPad 2. Infatti sono sempre di più coloro che sono interessati al mondo dei tablet ma che non ne entrano a far parte a causa dell’elevato costo dei dispositivi. In realtà non è così: se si vuole un tablet si può trovare anche a costi accessibili a patto che non si tratti di quello di Apple. Sul mercato indiano ha fatto infatti la sua comparsa  DataWind UbiSlate7, tablet economico dalle caratteristiche dignitose.

Questo ha un costo attualmente di 47 dollari ed a sole due settimane dall’arrivo sui mercati si sono già registrati 1,4 milioni di ordini. Una cosa incredibile se si pensa che in India sono stati venduti circa 250-300 mila tablet nel corso del 2010 mentre le sole prevendite di DataWind UbiSlate7 hanno già registrato 400 mila unità.

Naturalmente le caratteristiche non sono quelle di Apple: il display è da 7 pollici, dispone di 2Gb di memoria interna, di due porte USB e di 256 Mb di Ram. Possiede connettività Wi-Fi e 3G, l’autonomia è di 180 minuti mentre il sistema operativo è Android 2.2.

Il tablet ha segnato un così grande successo che l’obiettivo è quello di produrre 75 mila dispositivi al mese a partire da aprile. Questa grande produzione dovrebbe addirittura portare alla diminuzione del prezzo che potrebbe arrivare a toccare 35 dollari. Nel frattempo l’azienda ha già espresso la volontà di migliorare il proprio prodotto: infatti si sta preparando a lanciare un nuovo modello denominato UbiSalte7+ e questo disporrà del sistema operativo  Android 2.3 ed avremo a disposizione una nuova cpu  ARM Cortex A8 da 700MHz rispetto a quella precedente ovvero l’ ARM1 da 600MHz.

Insomma se non si pretende di avere un tablet veloce come quello Apple, questo prodotto è davvero l’ideale: il prezzo è davvero irrisorio e potremo avere a disposizione un tablet che comunque non è poi così male in quanto per eseguire operazioni base come la navigazione Web o la stesura di un documento è sufficientemente potente. Insomma i tablet stanno diventando sempre più alla portata di tutti e chissà che Apple non abbassi i prezzi per contrastare la concorrenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.