Android è sempre più presente nel mercato ed il suo store virtuale arriva a possedere 400 mila applicazioni.

Android si conferma sempre più leader nelle vendite e allo stesso tempo continua ad accrescere la propria offerta di applicazioni per i propri utenti. Infatti uno dei vantaggi del sistema operativo di Google è l’aver a disposizione moltissime app molte delle quali sono anche gratuite.  Ormai il market di Android possiede un numero davvero spropositato di applicazioni: all’inizio di Gennaio quelle presenti nel Market hanno raggiunto quota 400 mila mentre solo lo scorso agosto erano ancora 300 mila. Come già detto in precedenza, comunque, il punto di forza è il fatto che molte di queste applicazioni possano essere utilizzate in modo del tutto free: basti pensare che i 2/3 delle applicazioni totali disponibili sono del tutto gratuite e quest’ultime sono sempre di più in aumento. In soli 8 mesi queste sono passate a rappresentare dal 60% al 68% di tutte le applicazioni disponibili.

Un’altra cosa davvero importante da mettere in evidenza è la recente rapida crescita di Android: infatti il sistema operativo di Google ha impiegato ben 31 mesi per arrivare a disporre nel proprio market di 200 mila applicazioni ma nell’arco di 4 mesi è riuscita addirittura a passare da 300 mila a 400 mila. In pratica solo in questi ultimi mesi Android ha accelerato in modo esponenziale la propria espansione e sembrerebbe ormai destinato a dominare il mercato di smartphone e tablet per i prossimi anni anche per il fatto che esistono moltissime soluzioni che utilizzano Android e rispetto ad Apple molte sono anche più accessibili a tutti.

Oltre ad avere un vasto numero di applicazioni disponibili, Android dispone anche di tanti sviluppatori: questi ammonterebbero a circa 100 mila che pubblicano costantemente applicazioni nello store virtuale. Google calcola che ogni sviluppatore ha pubblicato una media sino ad ora di 4,1 applicazioni a testa. Questo dato, inoltre, si riferisce alle applicazioni attualmente presenti nel market e non considera quelle rimosse da Google o dai programmatori delle applicazioni stesse.  Vedremo se la crescita continuerà o se qualcuno proporrà un nuovo sistema operativo capace di rivaleggiare con Android anche se appare molto difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.