Le console fra alcuni anni potranno effettuare la propria dipartita o almeno scomparire rispetto al significato che oggi conferiamo alla parola console.  Così la pensa un certo Richard Garriott che, per chi non lo sapesse, ha ideato la saga di Ultima, pensa che le console così come le conosciamo presto verranno escluse dal mercato e fra alcuni hanno avremo una concezione totalmente diversa di “console”.

Secondo Richard Garriott dovremo prepararci al lancio delle console di nuova generazione ma, secondo la sua opinione, nonostante le prestazioni possano anche diventare il doppio migliori degli hardware attuali, queste sarebbero destinate ad un lento ed inesorabile fallimento.

Effettivamente, secondo l’ideatore della saga di Ultima la potenza dei dispositivi portatili sarebbe cresciuta in modo esponenziale e così l’utente presto avrà a disposizione sistemi molto potenti con caratteristiche simili alle console “ fisse” attuali ma con il vantaggio di poter essere trasportate ovunque, non una cosa così indifferente in un periodo in cui tutti si spostano in continuazione e vorrebbero avere i loro apparecchi preferiti sempre con sé.

Inoltre Richard ritiene plausibile un aumento  delle vendite dei videogiochi casual e soprattutto di applicazioni che possano permettere interazioni con i vari social network. Garriott ha voluto sottolineare come ormai sempre meno persone si recano in un negozio fisico ad acquistare determinati prodotti. Per esempio, Apple Store è un grande successo: tutti i consumatori continuano ad apprezzare il market virtuale grazie anche ad un numero davvero elevato di programmi che possono essere scaricati direttamente sul nostro iPhone. Questo è quello che dovranno essere le console moderne: potenti e comode da portare con sé e allo stesso tempo poter scaricare i loro giochi preferiti in tempo reale. Inoltre con la maggior diffusione del Digital Delivery dovrebbe anche permettere un abbattimento dei costi con giochi quindi più accessibili per tutti.

In realtà le previsioni degli statisti la pensano diversamente: il mercato del Digital Delivery è molto inferiore attualmente ai supporti fisici e perciò appare altamente improbabile che le aziende videoludiche puntino solo su quest’ultima soluzione: tanto che i rumors parlano della nuova Xbox come una soluzione ibrida che aprirà al Digital Delivery ma che continuerà a sopportare i supporti fisici.

Pensate davvero che le console come le pensiamo oggi siano giunte al termine della loro vita commerciale o siete degli inguaribili nostalgici?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.