Master Password: Chrome protegge l’inserimento automtico delle password

google chrome master password

 

Google ha aggiunto nuova funzione al proprio browser, Google Chrome, che consente di gestire password che vengono inserite su Internet in maniera da mantenerle sicure, e migliorarne l’accesso e l’utilizzo. Invece di dovere inserire manualmente le credenziali di accesso per i vari portali sui quali si dispone di un account, informazioni che vengono cancellate ogni volta che si elimina la cache di navigazione, ci si slogga, o si utilizza il browser in maniera anonima, con questo accorgimento le informazioni relative ai propri account verranno conservate ed inserita automaticamente dallo stesso browser.

È una funzione utile ed usata già da moltissimi, specie da quando questa possibilità è diventata parte di Chrome. Al contrario di Firefox, Chrome non offriva alcun tipo di protezione per le password conservate nel browser. Alcuni utenti erano infatti stati esposti a rischi di sicurezza, sebbene Google si affrettasse a sottolineare che le informazioni erano comunque al sicuro sul proprio sistema locale. Vediamo allora come Google ha risolto questo problema introducendo il nuovo Master Password sul proprio browser.

E’ ancora possibile sfruttare il gestore di password di Google Chrome come avveniva prima, e visualizzare i siti Web ai quali sono associate le varie credenziali di accesso. Il pulsante Show è quello che ha subito la modifica: se prima passando sopra il puntatore del mouse si poteva visualizzare rapidamente la password relativa a ciascun sito Web, adesso questa stessa operazione richiamerà una schermate di login nella quale l’utente deve inserire la password per poter visualizzare quella informazione. La password richiesta è quella relativa all’account dell’utente che utilizza attualmente il sistema operativo: si richiede cioè l’inserimento della password associata all’account Windows, se si opera sul sistema operativo di Microsoft; o la password relativa all’account Apple, se si lavora in ambiente Mac OS X.

Questo cambiamento introduce quindi un nuovo livello di sicurezza per i propri dati personali, considerando che primo poi tutti si trovano a lasciare la propria postazione ad un estraneo, soprattutto in ambiente lavorativo. Se la protezione viene sbloccata attraverso la giusta password, la normale schermata di gestione degli account di Google Chrome è suscettibile di modifiche; se queste operazioni però si protraggono per più di un minuto, sarà necessario nuovamente inserire la password di protezione. Questa nuova funzione di Chrome sarà disponibile a tutti gli utenti con il nuovo aggiornamento, e dunque utilizzabile già da questi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.