prestazioni_videogiochi_nvidia_amd

prestazioni_videogiochi_nvidia_amd

 

Raccogliamo i suggerimenti del Web sul come migliorare le prestazioni di Windows con i videogiochi. Aggiornare l’hardware della propria macchina è la scelta più indicata e sicura per ottenere risultati, ma naturalmente è anche la scelta più costosa. Vediamo allora come potere sfruttare al massimo la potenza del pc, impostandone il comportamento in maniera da migliorare la grafica e la giocabilità dei videogiochi. I consigli di seguito servono ad eseguire videogiochi dai requisiti di sistema di poco superiori rispetto alle specifiche di sistema ma non si avranno risultati per titoli che sorpassano abbondantemente le possibilità della propria macchina.

Il primo passaggio è quello di essere certi di stare utilizzando i driver più aggiornati della scheda video presente nel pc. Per trovare il software di riferimento è necessario conoscere la marca ed il modello della scheda grafica presente sul pc: solitamente, soprattutto per macchine orientate ai videogames, le scelte più popolari sono le schede Nvidia ed AMD. Ecco i link rispettivamente per NVIDIA ed AMD che porteranno alla schermata di selezione del modello posseduto. E’ meglio non fare affidamento con il driver che viene incluso con l’acquisto del pc, e dunque della scheda grafica, poichè non è aggiornato. E’ bene tenere sempre un occhio sulla pagina del produttore della scheda video, ed aggiornare il driver quando viene rilasciato, purchè naturalmente l’aggiornamento non ecceda il modello hardware del prodotto.

Una volta installato correttamente il driver, è possibile operare qualche aggiustamento nelle impostazioni della GPU per migliorare le performance con i videogiochi che solitamente sacrificano la grafica per le performance: il videogioco avrà immagini più sgranate, ma almeno sarà giocabile in maniera fluida.

Nel pannello di controllo del driver per la scheda grafica, sarà riscontrabile un gruppo di impostazioni che riguardano il gaming 3D. Cercando Manage 3D Setting nel menù di NVIDIA, e la sezione Gaming in quella di AMD, occupiamoci delle opzioni relative al “texture filtering”, “antialiasing”, “Vertical Sync”. Tutti questi parametri impattano sulle performance del videogioco: disabilitandole o abbassandone i livelli si migliora generalmente la fluidità dell’azione. Il consiglio è quello di non portare immediatamente i valori a zero, ma abbassarli gradualmente così da fermarsi quando il bilanciamento tra giocabilità e grafica è tollerabile.

Un altro espediente per migliorare l’esecuzione dei videogiochi è liberare CPU e RAM dall’esecuzione di software non necessari. Disabilitare quindi le applicazioni non necessarie come browser, messagistica istantanea, Skype, ecc, è un ottimo modo per facilitare la vita del pc. A questo proposito, è importante ricercare su Google gli elementi in esecuzione che ci sembrano sospetti, al fine di non toccare nulla che invece potrebbe poi rivelarsi essenziale per il buon funzionamento del sistema operativo. Inoltre, è possibile anche operare una pulizia più approfondita con CCleaner, che provvederà ad eliminare definitivamente il software spazzatura dal computer, migliorandone l’utilizzo non solo con i videogiochi, ma in generale. Infine, è sempre una ottima idea cambiare le impostazioni di gioco interne al videogiochi: il parametro che più influenza la fluidità è, purtroppo, la risoluzione schermo: noterete infatti che riducendola anche al di sotto delle possibilità del proprio monitor, l’esecuzione generale ne avrà un istantaneo beneficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.