Come emulare Windows 8 con VirtualBox, Parte Seconda

virtualbox_windows_enterprise

 

Per installare Windows 8 Enterprise con VirtualBox è necessario creare un PC virtuale nell’installazione di Windows 8.

  • Per farlo è necessario cliccare sul menù Machine nella parte superiore di VirtualBox , e selezionare New.
  • Il prossimo passo è quello di superare alcuni semplici menù di configurazione (wizard) in cui sarà definito l’hardware del PC virtuale.
  •  Il primo menù domanda di dare al pc virtuale un nome, e scegliere il sistema virtuale che si desidera installare: scegliere Windows 8 a 32 bit o a 64 bit, in base alla versione di Windows Enterprise scaricata.
  • Nel passo successivo è necessario indicare quanta RAM allocare per la virtual machine. Per avere buone performance dalla versione a 64 bit di Windows 8, Microsoft raccomanda di dedicare almeno 2 GB, ma 4 GB sarebbe meglio. E’ importante notare che VirtualBox consuma memoria durante la propria esecuzione, e dunque gli effetti combinati potrebbero rallentare il pc (quello vero) sul quale state emulando Windows 8 Enterprise: scegliere quanta memoria allocare per Windows 8 Enterprise è una scelta personale ma dettata dalle prestazioni della propria macchina.
  • Una volta allocata la RAM, click su Create a virtual hard drive now. VirtualBox domanderà quanto spazio fisico dedicare all’hard disk virtuale: anche in questo caso è una scelta lasciata all’utente; scegliere poi VDI come file type da utilizzare.
  • E’ necessario anche scegliere se allocare il virtual hard drive in maniera dinamica o una volta per tutte. La seconda scelta è quella che determina prestazioni migliori, ma utilizza tutto lo spazio dell’hard disk virtuale, quindi è meglio scegliere l’opzione dinamica.
  • Nella prossima schermata bisogna dedicare abbastanza spazio di storing per l’installazione del sistema operativo e per lo storing dei file e del software che si installerà. E’ possibile farlo solo se il processore supporta la virtualizzazione hardware, quindi prima di cominciare è buona abitudine accertarsene.
  •  A questo punto è necessario cliccare sul pulsante Settings e sul menù System.
  •  Click sulla tab Processor, e trasciniamo lo slider Processors verso destra per incrementare il numero di core disponibili per Windows 8. Come per la RAM, è bene non esagerare per non rallentare la macchina.

Adesso la macchina virtuale è configurata: passiamo all’installazione di Window 8.

  • Click su Settings per navigare sino ai setting di Storage.
  • Da qui, click sullo slot di CD vuoto sotto la dicitura Controller, passare ad IDE entry nello Storage Tree e cliccare sul pulsante identificato da una icona CD nella parte destra dello schermo.
  • Appare una finestra che consente la ricerca dei file: selezionare l’ISO di Windows 8 Enterprise. A questo punto si è pronti alla installazione: selezionare la virtual machine appena creata e clicchiamo sulla freccia verde Start. Apparirà una nuova finestra che illustra l’installazione di Windows 8 che riavvierà la macchina virtuale una volta finito.
  • Windows8 si avvierà in maniera corretta con la configurazione tutta lasciata all’utente. Una volta finito, e tolte le limitazioni già discusse nell’articolo precedente, Windows 8 su VirtualBox funziona esattamente come se fosse effettivamente installato.

Come sempre in questi casi, la guida esposta è puramente dimostrativa, ed ogni problema che può insorgere, poichè dipendente dalla grande varietà di configurazione ed hardware disponibile, non può essere risolto se non cercando guide specifiche. In altre parole: seguire i passi indicati è da intendersi a completo ed esclusivo rischio e pericolo dell’utente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.