Tecnologia USB 3.0 in ascesa.

Il nuovo standard USB 3.0 sembra piacere molto ai consumatori in quanto garantisce una velocità sensibilmente maggiore rispetto al 2.0 e per questo motivo i dispositivi dotati di questo standard stanno registrando un boom nelle vendite. Per chi non lo sapesse, invece, facciamo notare che il nuovo USB 3.0 ha permesso di portare la velocità di scrittura fino a 500MB/s rispetto ai 40 MB/s del precedente standard.

Se si pensa che un normale Hard Disk Sata 2 permette di scrivere i dati fino a 3 Gb/s, si capisce il motivo per cui gli Hard Disk esterni dotati di standard USB 2.0 risultavano piuttosto indigesti ai consumatori e si comprende il motivo per il quale quest’ultimi hanno atteso con ansia l’arrivo dei primi dischi fissi 3.0. Coloro che avevano necessità di immagazzinare sul proprio disco fisso file multimediali delle dimensioni di molti gigabyte dovevano aspettare molto tempo prima che l’operazione di copia-incolla potesse essere completata su hard disk esterni con USb 2.0 ma, ora, con la nuova tecnologia 3.0 le cose andranno sicuramente meglio, grazie a dei tempi di trasferimento 10 volte maggiori.

Il mercato, quindi, di dispositivi USB 3.0 è nettamente in ascesa e per questo motivo sono molti i produttori che stanno producendo nuovi modelli di Hard Disk esterni. Fra questi c’è senza dubbio Toshiba: in questi giorni l’azienda ha presentato Cavio Slim, realizzata con dischi dallo spessore ridotto e ovviamente interfaccia USB 3.0. la parte esterna dell’Hard Disk è completamente realizzata in allumio che rende il prodotto leggero e resistenze, con uno spessore totale di soli 9mm; i dischi utilizzati vantano un regime di rotazione di 5400 giri, e sarà dotato di una memoria di 500GB.

La fonte della notizia, Techreport, ha anche affermato che il prezzo dovrebbe essere di 115 dollari e l’hard disk dovrebbe essere presente sin da subito sui mercati. Quest’ultima notizia, tuttavia, non è stata confermata.  Aspettiamo, quindi, che venga ufficializzata la notizia e che magari vengano fornite delle notizie anche per quanto concerne il mercato europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.