I rumors su iPad Mini si moltiplicano con il passare dei mesi, accomunando moltissima stampa sul web che, basandosi sulle indiscrezioni provenienti da fonti decisamente anonime, hanno lentamente costruito l’immagine di un tablet da 7 pollici che dovrebbe essere commercializzato a fine 2012.

Mini iPad infatti, con schermo touch screen da 7,85 pollici dovrebbe entrare in commercio alla fine di quest’anno, e sono fomentati da diverse indiscrezioni che sembrano confermare l’avvento del nuovo tablet Apple. Unwired View riporta le informazioni relative ad un sito cinese, MyDrivers.com che afferma come Apple sia effettivamente in grado di lanciare un tablet da 7.85 pollici entro l’anno: la notizia arriverebbe dalla catena di produzione della società di Cupertino, rappresentata da società localizzate in oriente, come Foxconn dove vengono creati ed assemblati i componenti.

Il nuovo mini iPad dovrebbe presentare lo stesso spessore di iPad 2, con lo schermo realizzato da Sharp attraverso la tecnologia IGZO che consente la produzione di pannelli più sottili e brillanti. Gli schermi IGZO erano stati indicati come i più popolari e plausibili da trovare su iPad di terza generazione ma, all’indomani dell’uscita del nuovo iPad, è evidente che Sharp ha avuto qualche difficoltà tecnica che ha precluso l’accordo sulla fornitura, dato che la produzione di massa dei pannelli sarebbe dovuta partire entro metà Aprile, evento che non si è realizzato. Proprio pochi giorni fa tuttavia, il sito cinese Apple Daily ha reso noto che non tutto è perduto per Sharp: sembra infatti che la produzione dei pannelli IGZO sia adesso entrata nel vivo, ed è lecito supporre che i nuovi iPad che sono già in produzione per la vendita, saranno equipaggiati con queste componenti. Altri rumors affermano invece che la produzione potrebbe essere dedicata non al nuovo iPad, già presentato, ma a mini iPad di cui ancora poco o nulla è stato reso noto, tranne le ripetute smentite di Apple che tiene a precisare come un tale dispositivo non rientrasse nella concezione di Steve Jobs: è risaputo infatti che il compianto co-fondatore di Apple riteneva che uno schermo più piccolo di 10 pollici costituisse una riduzione inaccettabile nell’esperienza degli utenti con i tablet.

Se le cose stiano cambiando in casa Apple, disponibile ad ascoltare maggiormente le richieste di mercato piuttosto che le proprie convinzione, è qalcosa che potremo verificare nel giro di pochi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.