Apple Aggiorna OS X Lion Per Bloccare Adobe Flash Player

Apple ha rilasciato quattro patch per la sicurezza di Safari, il web browser di casa, inerenti alla risoluzione di alcune problematiche, oltre alla disattivazione di versioni non aggiornate di Adobe Flash Player.

L’intervento è molto simile a quello già attuato sempre da parte di Apple per bloccare il plugin di Java, con identiche motivazioni. Safari 5.1.7, compatibile con OS X 10.6 Snow Leopard e OS X 10.7 Lion, e per Windows XP, Vista e Windows 7, è stato rilasciato insieme ad un aggiornamento per Lion che include una versione appena più vecchia di Safari. Gli utenti Lion devono scaricare entrambi gli aggiornamenti per potere ottenere la versione corrente di Safari, ovvero la 5.1.7 .

Le quattro patch rilasciate sono le stesse introdotto in iOS 5.1.1 per iPhone, iPad ed iPod Touch. Sono tutte dedicate a WebKit, il motore software alla base di Safari, e di altri browser come Chrome di Google. Oltre alle patch, l’intervento da parte di Apple su Adobe Flash Player di Safari si concretizza nella disattivazione del plugin per tutte le versioni precedente alla 10.1.102.64, rilasciata a Novembre 2010.

Da quell’aggiornamento, Adobe ha rilasciato Flash Player 11 per Mac continuando contemporaneamente a dare supporto per la versione 10, che adesso si trova alla release 10.3.182.39. “Questo aggiornamento disabilita Adobe Flash player se è più vecchio della versione 10.1.102.64 muovendo i files in un’altra directory”, avvisa Apple in una comunicazione. “Questo aggiornamento presenta l’opzione di installare ed aggiornare la versione di Flash Player dal sito Adobe.”

Apple ha smesso di includere Flash Player nei suoi OS X già dall’inverno del 2010, ma gli utenti sono stati lasciati liberi di scaricare ed installare il plugin per Safari di propria iniziativa. Microsoft ha smesso di distribuire Flash con Windows già da 11 anni. Windows Vista o Windows 7 non includono alcuna versione pre installata del plugin di Adobe.

Bloccare Flash è la seconda mossa di questo genere che Apple mette in atto in un mese: lo scorso 12 Aprile infatti, la compagnia ha aggiornato OS X in maniera che si disabilitasse automaticamente l’esecuzione degli applet Java a partire del plugin Java per Safari. Apple ha intrapreso questo comportamento in maniera da ridurre il diffondersi di Flashback, il famoso malware che ha imperversato in più di 600,000 macchine Mac nel mondo, e che usava una vulnerabilità delle vecchie versioni di Java per operare sul computer-vittima. Safari tuttavia non è stato l’unico browser ad abbandonare Flash: Anche Mozilla ha inserito il plugin Adobe Reader nella blocklist di Fiefox, a causa di problemi di compatibilità che non farebbero visualizzare i documenti PDF dalla finestra del browser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.