Un’interessante notizia in ambito di cellulari e smartphone arriva da alcune ultime indiscrezioni e riguarderebbe un colosso di questo settore. Stiamo parlando di HTC che sembrerebbe intenzionata a procedere all’acquisto di un sistema operativo mobile e tutto questo per far sì che l’azienda possa immettere sul mercato dei prodotti differenti da quelli degli altri produttori.

Effettivamente più che un rumors si tratta di una notizia quasi ufficiale in quanto è stato lo stesso presidente di HTC in un’intervista a spiegare che il tema è stato all’ordine del giorno in diverse riunioni ma che non c’è alcuna fretta di prendere decisione avventate. HTC, secondo il presidente, sarebbe in grado di realizzare prodotti differenti dai concorrenti anche con i sistemi operativi attuali in quanto l’azienda sarebbe in grado di conoscerli a fondo ed è per questo che non è così scontato che HTC abbia bisogno di un sistema a lui dedicato.

Per esempio in alcune soluzioni, l’azienda ha utilizzato l’interfaccia Sense( una loro creazione) nonostante i terminali fossero Android o Windows Phone ed è questo che fa la differenza con gli altri produttori. Una considerazione vera ma bisogna comunque specificare che, nonostante HTC possa competere con i propri concorrenti, alla fine rimane comunque legata a Microsoft ed Android in modo evidente e questo non permette di essere superiori a quest’ultimi quando entrano nel mercato senza appoggiarsi a nessuna terza azienda.

 

Quindi, acquistare un sistema operativo proprietario potrebbe a lungo termine sembrare una mossa vincente proprio per il fatto che HTC non sarebbe più così vincolata dalle scelte di Google e Microsoft e quindi potrebbe competere in modo diretto con i grandi produttori come Samsung e Apple.

Ma quale sistema operativo potrebbe adottare quindi HTC? Ebbene il maggiore indiziato sembrerebbe WebOS che Hp ha recentemente abbandonato e che è ancora in cerca di un proprietario oppure un’alternativa sembrerebbe MeeGo che è stato creato da Nokia qualche tempo fa ma che adesso, secondo quanto riferito da Intel, verrà definitivamente abbandonato.

Non resta che aspettare e vedere quali saranno le strategie intraprese da questa azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.