Fuori Leopard! Il nuovo sistema operativo Apple

leopard_1.jpg


Dopo il grande successo di Tiger, Apple ha riscontrato numeri da capogiro sui suoi conti.
Proprio ieri è uscito Leopard che sembra aver riscosso un dignitoso successo per il momento.
Ho raccolto alcuni commenti per la rete, per capire le opinioni di chi lo ha già installato:

Mikiresty da macitynet:
“anche io ho avuto qualche problema con mail all’inizio, poi risoltosi quasi da solo…forse sbagliavo qualche impostazione… il sistema è in generale più reattivo, stacks non è niente di eccezionale, ci sono feature molto più interessanti..migliorato il pannello network, più completo e accessibile..su un ibook g4 a 1.2 gira in maniera decente, di sicuro non più lento di tiger…
Gli effetti grafici a me piacciono, dock3d su tutti.

Divertentissima una cosa con le condivisioni samba, le aggiunge automaticamente al finder (e già è notevole) ma come icona mette un monitor CRT di dubbia bellezza con una bella schermata blu di windows ahahahahahah “

Melablog dice:

“l’installazione di Leopard è un’esperienza totalmente in-traumatica. Per alcuni utenti, tuttavia, si può trasformare in un incubo, con congelamenti del sistema, mancato avvio o mancato spegnimento della macchina.

Se ne parla già molto sui forum sparsi per la rete, e anche su quello ufficiale di supporto di Apple. Nella stragrande maggioranza dei casi, questi problemi sono causati non tanto dal sistema in sé, ma dalla presenza di utility di terze parti incompatibili con il nuovo OS.
Sono spesso piccoli programmi, installati magari per prova e poi dimenticati: ma piccolo non vuol dire non-intrusivo, e spesso queste piccole applicazioni eseguono operazioni ed apportano cambiamenti delicati al sistema. Cambiamenti che non sono graditi, a causa delle numerose differenze di architettura, a Leopard.”


Alessio85 macitynet:

“Confermo la reattività.
Pensavo fosse una mia idea, un mio pensiero, dettato magari dall’entusiasmo nei confronti del nuovo sistema operativo. Poi leggendo qui vedo che non sono l’unico.

Possiedo un MacBook Pro a 2Ghrz con 1,5GB di RAM.
Il computer va meglio, è più scattante e veloce. Non credo siano percezioni a questo punto ma una maggiore ottimizzazione con i processori Intel.

E dire che pensavo richiedesse hardware più potente… E invece gira benissimo, anzi meglio di Tiger. Per avere un anno e mezzo il mio MacBook Pro è ancora una bomba, al top del mercato.

E questo mi convince sempre più di aver fatto bene a passare a Mac: Apple tiene conto dei clienti. Non mi fa cambiare macchina per il nuovo sistema operativo. Questo vuol dire fedeltà futura ma sopratutto che compro il sistema operativo originale.

Grande Apple!

p.s per ora tutti i programmi che uso, anche Logic 7.2, sono compatibili. Anche i drivers della MobilePre USB della M-Audio vanno normalmente, senza aggiornamenti.”

Melamorsicata prende il cronometro in mano:

“Ecco alcuni cronometraggi che permettono di comprendere che in realtà Leopard richiede più risorse di quanto faceva Tiger:

Tiger: velocità di avvio 40 secondi. Velocità di spegnimento 9 secondi.
Leopard: velocità di avvio 50 secondi. Velocità di spegnimento 11 secondi.”

Sempre melamorsicata:
Nelle ultime ore stanno emergendo le segnalazioni di alcuni utenti che hanno installato Leopard facendo l’aggiornamento e al riavvio si sono trovati con una semplice e inutile schermata blu. Per risolvere il problema hanno riavviato il computer con il DVD inserito e premendo il tasto C per avviare la procedura di installazione da zero.

Questo tipo di operazione potrebbe portare alla perdita di tutti i dati presenti nell’hard disk. Quindi è caldamente consigliato fare una copia di backup di tutti i dati importanti prima di cimentarsi nell’installazione. Sperando che Apple ci dia una spiegazione ufficiale, se non siete sicuri di passare a Leopard attendete qualche giorno.”

Italiamac specifica :
“L’aggiornamento permette di conservare tutti i dati, le impostazioni dell’utente e del sistema oltre alle applicazioni. Solo le applicazioni native di OSX verranno aggiornate alla nuova versione presente il Leopard…”

Principalmente commenti positivi , a pate alcuni commenti negativi sullla prima installazione, sembra infatti che le piccole utility possano dare scocciature, che però si risolvono molto semplicemente.
Ad un giorno dal lancio di Leopard i commenti sembrano molto positivi, vedremo se gli utenti “smanettandoci” sempre più, riusciranno a scoprire le magagne del sistema operativo.

Per coloro che volessero vedere Leopard in azione qui c’è uno splendido video realizzato dalla stessa Apple.

2 risposte a “Fuori Leopard! Il nuovo sistema operativo Apple”

  1. Dopo l’aggiornamento a Leopard (…fatto a in una camera di albergo a NYC…) mi sono ritorvato a non essere più l’amministratore del sistema ma un semplice utente standard… Avete suggerimenti per risolvere il mio problema?
    Ad Maiora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.