Cyberoam iView presenta le appliance con capacità terabyte per il logging e il reporting

image001

Cyberoam iView, la soluzione open source di logging e reporting, è ora disponibile anche come appliance, una nuova soluzione efficiente per aziende di ogni dimensione, con un occhio di riguardo ai costi.

Queste appliance permettono di centralizzare in un unico punto le attività di logging e reporting di tutti i dispositivi del network, fornendo una visione unificata ed esaustiva delle attività del network in qualsiasi punto della rete esse avvengano, anche geograficamente dislocati.

Grazie a dispositivi hardware efficienti e precaricati, con capacità terabyte, le appliance sono semplici da installare e facili da gestire. L’utilizzo della tecnologia RAID permette alle appliance di offrire la ridondanza e alti livelli di affidabilità dello storage, garantendo che i log report siano al sicuro anche in caso di avarie dell’hard disk.

Il lancio delle appliance iView risponde in maniera tempestiva alle crescenti richieste da parte delle aziende di soluzioni dedicate di logging e reporting che permettano di tenere sotto controllo le attività degli utenti in network distribuiti e in casi di accesso da remoto, rispettando allo stesso tempo la compliance. A dimostrarlo sono i numeri stessi che vedono una crescita del 25% anno su anno del mercato SIEM (Security Information and Event Management), un mercato del valore stimato ad oggi di 1,3 miliardi di dollari.

Le appliance Cyberoam iView, inoltre, permettono alle aziende di avere completa visibilità sulle attività del network con disponibilità di ottenere report in tempo reale su sicurezza e accessi in relazione a attacchi di virus, spam, utenti web e altro, rafforzando i livelli di sicurezza e confidenzialità dei dati delle aziende. Le appliance offrono inoltre funzionalità di archiviazione per il rispetto dei requisiti di legge.

Fonte Comunicato Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.