Ultrabook ancora troppo costosi per i consumatori.

E’ tempo anche di stime sugli Ultrabook. Ormai sono passati
diversi mesi dalla  comparsa delle prime
soluzioni sul mercato  ed è giunto il
momento di vedere come i consumatori hanno reagito di fronte a questi nuovi dispositivi.
Per prima cosa bisogna ricordare, come già segnalato anche in un altro
articolo, che il prezzo dovrebbe progressivamente diminuire: infatti
attualmente un ultrabook costa mediamente 670€ mentre un notebook costa 260€ in
meno mentre il meno performante netbook costa in media 197€. I vari produttori
tuttavia, come ho già detto n precedenza,
affermano che entro due anni si produrranno i primi ultrabook con costi
inferiori ai 400€.

Ho incominciato dai riferimenti di tipo economico proprio
per il fatto che questa differenza di prezzo con le altre soluzioni incide
sulle vendite degli ultrabook, soprattutto in un periodo davvero difficile per
i consumatori soprattutto per ciò che concerne il lato economico.  Non basta quindi essere più sottili e leggeri
se poi il prezzo è elevato rispetto alle soluzioni tradizionali in questo
momento di crisi dove il fattore più importante che conduce all’acquisto è il
prezzo.

Diciamo che comunque è Acer che riesce a vendere più
Ultrabook di tutti: infatti sembrerebbe che l’azienda di Taiwan riesca a
smerciare ben il 62% delle vendite totali di questi dispositivi. Per questo
motivo l’azienda si può permettere di immettere sul mercato delle soluzioni con
prezzi più bassi ed aggressivi che conquistano più facilmente i consumatori che
sono molto attenti alle spese.

Come detto, quindi, i produttori che hanno immesso sul
mercato la maggior parte degli Ultrabook sono Acer, Samsung, Asus e Toshiba.
Inoltre si ritiene che anche AMD voglia entrare nel settore e che già a metà
anno Intel metterà a disposizione le CPU Intel basate su architettura Ivy
Bridge e questo dovrebbe permettere di avere sul mercato ulteriori soluzioni.
Tutto ciò dovrebbe favorire ulteriormente la diminuzione dei prezzi poiché più
soluzioni ci sono sul mercato, maggiore è la concorrenza fra i vari produttori.
Si stima inoltre che per la fine del 2012 il 20% dei pc sarà un ultrabook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.