Internet via radio: l’alternativa per chi vive in zone con scarso segnale

Se vivi in una zona lontana dalla città e dalle infrastrutture di rete più tradizionali o innovative come Fibra e ADSL questo articolo potrebbe fare al caso tuo. Difatti ti sarai trovato a dover far fronte ad una fastidiosa situazione che, con la pandemia e l’obbligo di stare a casa, potrebbe essersi acuita notevolmente: la linea internet debole o assente. Vivere e lavorare senza un’adeguata connessione a Internet è un grosso svantaggio oggi e, quindi, grazie ad aziende specializzate come Eolo è diventato possibile superarlo in modo semplice ed affidabile. Questa azienda, infatti, è in grado di portare la rete anche nelle zone in cui non c’è copertura. Com’è possibile? Attraverso la tecnologia nota come Internet via radio, ovvero l’alternativa intelligente e conveniente a cui prestare attenzione tra le miriadi di offerte internet senza linea fissa a cui aderire.

Progresso e semplicità

Internet via radio è una soluzione relativamente recente che è conosciuta con il nome tecnico di Tecnologia Fixed Wireless Access. Il sistema di trasmissione dei dati si compone di onde magnetiche che viaggiano tra i ripetitori e che arrivano rapidamente alla centrale più vicina da cui li raccolgono e li diffondono. Internet via radio è la testimonianza per cui il progresso tecnologico può davvero migliorare le nostre vite. Difatti questo perché permette alle persone che vivono in zone soggette a scarso segnale ADSL o Fibra di beneficiare di una connessione sicura, economica e veloce.

Come? Il funzionamento è molto semplice e te lo riepiloghiamo brevemente nelle righe che seguono. In pratica quando attivi un’offerta di Internet casa tramite tecnologia radio un tecnico incaricato installerà a casa o a lavoro un’antenna. Questa lavora tramite onde radio ed è finalizzata a captare il segnale di rete che proviene dai ripetitori per poi tradurlo e inviarlo alla tua LAN mediante il router. Quindi con una semplicissima installazione gioverai di un segnale potente e veloce e non dovrai più rinunciare allo streaming, alle video chiamate e a tutte quelle attività che con un segnale debole non possono essere praticate.

Una soluzione innovativa alla portata di tutti

Si tratta di una soluzione innovativa e alla portata di tutti proprio perché non richiede interventi strutturali né tantomeno costi esosi da sostenere, se non un comune canone mensile a cui tutti siamo abituati. Dopo l’installazione dell’antenna, infatti, utilizzerai il tuo router come se fosse collegato alla rete ADS o alla Fibra di zona beneficiando del massimo della potenza grazie alle onde radio.

Il problema della connessione debole, quindi, viene superato da un sistema innovativo e avanzato come vuole l’Agenda Digitale Europea ed il Piano Nazionale per la banda ultra-larga. Stiamo parlando di impegni importanti che il nostro Paese ha preso con l’intera comunità europea al fine di arginare il divario digitale e non solo.

L’importanza di ridurre il divario digitale

Un Paese connesso e privo di barriere di accesso, infatti, gode di innumerevoli benefici che riguardano la digitalizzazione e l’alfabetizzazione digitale delle persone. La gran parte dei servizi pubblici, infatti, sono passati alle formule digitali e chi non ha accesso ad Internet ne verrebbe automaticamente escluso.

La pandemia di Covid, inoltre, ci obbliga a rimanere in casa e ad uscire solo per estreme necessità comportando grosse difficoltà per chi deve seguire le lezioni online o lavorare da remoto. In un quadro del genere, caratterizzato da un divario digitale ancora troppo grave, Internet via radio diventa la soluzione innovativa che potrà avvicinare sempre più persone alla rete comportando numerosi altri benefici.

Pensiamo solo al settore agricolo che, per ovvie ragioni, è collocato al di fuori del raggio di copertura delle infrastrutture di rete tradizionali. Se questo settore potesse sfruttare la rete a banda ultra larga con tecnologia a onde radio potrebbe investire su sistemi di irrigazione smart che si attivano mediante la connessione a internet. In questo modo potrebbe contare su sistemi che studiano il consumo di acqua e che rilevano le condizioni metereologiche per stabilire quando è necessario innaffiare le piantagioni e quando, invece, sarà evitabile perché magari è in arrivo un bel temporale.

I vantaggi sono innumerevoli e riguardano direttamente o indirettamente l’abbattimento delle barriere digitali grazie al quale l’intero Paese potrebbe beneficiarne da un punto di vista economico, sociale ed ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.