Guida Veloce all’Acquisto dei Condizionatori

condizionatori d'aria

Diffusa da decenni nelle case statunitensi, l’aria condizionata ha conosciuto un grandissimo successo negli ultimi anni anche in Italia. La corsa all’acquisto di un climatizzatore ha fatto conoscere quest’elettrodomestico divenuto quasi indispensabile. Sembra che non si possa infatti più vivere durante la stagione estiva senza l’aria condizionata all’interno di un ambiente.

Le temperature di notte le temperature si fanno caldissime e i ventilatori non bastano più. Oggi grazie alle spiegazioni  di un professionista del settore (Filippo Toscano) cercheremo di capire e conoscere come funziona un condizionatore, come deve essere installato, quali sono le caratteristiche che deve avere per il proprio ambiente.

Il funzionamento

Il condizionatore funziona pressappoco come un frigorifero. Non scenderemo nei dettagli, basta sapere che all’interno del circuito scorre un gas refrigerante che passa dallo stato gassoso a quello liquido producendo aria fredda che viene spinta spinta all’interno dell’abitazione tramite delle ventole.

Un condizionatore è composto dall’ unità esterna, il motore con compressore, e da una interna, lo split. Per installarlo c’è bisogno di un professionista qualificato, i due componenti sono infatti collegati tra loro attraverso delle tubazioni di rame in cui scorre il gas sotto vuoto, c’è quindi bisogno di un macchinario specifico (pompa del vuoto per l’installazione). Servono poi cavi elettrici e spesso c’è bisogno di compiere opere murarie.

Il montaggio di un condizionatore, installazione in gergo spalla a spalla (motore all’esterno e nella stessa parete, split interno), costa circa € 250 vedi qui per maggiori informazioni. Una volta installato il climatizzatore inizia a funzionare da subito.

Quale condizionatore acquistare

Bisogna capire innanzitutto qual è l’ambiente che sarà raffreddato o riscaldato, la sua ampiezza, la temperatura interna che vorremmo avere, l’isolamento termico della casa, presenze di fonti di calore . Dopo aver fatto queste considerazioni dobbiamo dimensionare il condizionatore.

L’unità di misura per la potenza è il BTU, British Thermal Unit. Solitamente le taglie più acquistate sono quelle da 9000 o 12000 BTU. Diciamo che 9000 BTU va a bene per ambienti fino a 20 mq, 12.000 BTU, da 20 a 40 mq. Ci sono poi sistemi multi split, ovvero un solo motore che alimenta più Split interni. In questo caso ovviamente il motore esterno sarà dimensionato in base alla potenza di quelli interni.

Le marche leader del settore sono principalmente due: Daikin e Mitsubishi anche se si stanno affermando le sudcoreane LG e Samsung e altre marche come Panasonic  e le italiane Riello ed Ariston.

Se non possiamo montare il motore esterno

Il problema principale che alcuni utenti devono affrontare è l’impossibilità di montare il motore esterno. Mancanza di spazio oppure impedimenti condominiali, di decoro paesaggistico, eccessiva rumorosità, sono tutti motivi che non permettono l’installazione. In questo caso si può optare per i condizionatori portatili, che hanno il motore internamente, oppure i modelli come “Unico” di Olimpia Splendid che presenta nell’unico blocco il motore. In quest’ultimo caso ci sarà bisogno di fare due fori verso l’esterno, nelle pareti perimetrali .

La ricarica del condizionatore

Abbiamo già stabilito che all’interno del circuito del condizionatore circola un gas chiamato solitamente R410. Questo gas non è tossico e si trova sottovuoto nel circuito. Non deve fuoriuscire se l ‘impianto è fatto a regola d’arte. Tuttavia, dopo tanti anni, può presentarsi la necessità di fare una ricarica proprio come avviene per l’aria condizionata dell’ auto.

EER e COP

Prima di procedere all’ acquisto dobbiamo controllare questi due indici. EER si riferisce al raffreddamento, COP al riscaldamento. Indicano l’efficienza di un condizionatore a seconda dell’energia elettrica fornita. Più sono alti questi valori, maggiore sarà il loro rendimento.

Condizionatore in Inverno

I condizionatori sono divenuti convenienti anche in inverno in alternativa ai termosifoni alimentati da una caldaia a gas. Riscaldano velocemente un ambiente, sono programmabili e oggi l’Autorità per l’energia elettrica permette di usufruire della tariffa D1, molto più conveniente della D2 e D3, se si usano solo sistemi in pompa di calore elettrici in alternativa a quelli a gas.

Alcuni prezzi di Condizionatori, offerti da Shoppydoo

    Una risposta a “Guida Veloce all’Acquisto dei Condizionatori”

    Rispondi