Diablo III Esce Il 15 Maggio

Inserito in Software da il 26 aprile

Blizzard ha finalmente presentato Diablo III ai giornalisti, dando quindi la possibilità di capire cosa riserverà il prossimo must nel settore degli RPG. La presentazione si è concentrata sul personaggio monaco, in modalità single player e difficoltà normale. La stampa si è detta assolutamente entusiasta dei risultati che Blizzard ha ottenuto rinverdendo ed innovando una saga che dura ormai da più di dieci anni.

La serie di Diablo è nota per i suoi combattimenti rapidi basati sul punta e clicca, e per l’arricchimento complesso dei personaggi attraverso una sistema di decisioni, ed un continuo afflusso di combattimento contro i nemici per ottenere monete, equipaggiamento ed esperienza, da utilizzare per la caratterizzazione del proprio personaggio. I titoli di Diablo inoltre hanno la caratteristica di risultare sempre molto rigiocabili grazie al fatto che i dungeons vengono ridisegnati ad ogni nuova sessione, ed alla grande differenza di gioco sia delle classi, sia delle skill assegnabili per speccare al meglio, ovvero definire, il proprio personaggio.

Se la beta presentata da Blizzard è effettivamente il prodotto che potremo acquistare dal 15 Maggio, il successo di Diablo III è assicurato: in questo nuovo titolo infatti rivive l’intera atmosfera dei precedenti titoli, ed i nuovi elementi di gioco permettono di accedere all’atmosfera di gioco, intesa come gamplay, in maniera molto più naturale di quanto non facesse Diablo II, molto più orientato a continuare l’abitudine di quei giocatori che conoscevano già lo stile di gioco. Non è chiaro però se questa facilità nell’approccio del gioco è stata implementata a spese della complessità, intesa come approfondimento del playstyle.

L’ambientazione è totalmente riprodotto in 3D ed è naturalmente più ricca rispetto a Diablo e Diablo 2, sia in termini di qualità grafica, che è ovvio dato che Diablo II risale a 10 anni fa), sia come livello di interazione. Gli sfondi infatti sono caratterizzati da elementi, come vecchi tronchi di legno, vasi ed arredamento che possono essere spaccati se il combattimento dovesse coinvolgerli, ed è possibile anche utilizzarne gli elementi per danneggiare i nemici. Inoltre, i dialoghi con i personaggi non giocanti sembrano molto più coinvolgenti ed utili di quanto non accadesse con i precedenti titoli.

Uno dei grandi cambiamenti di Diablo III riguarda lo sviluppo del personaggio. Precedentemente ad ogni avanzamento di livello si dovevano distribuire i punti negli attributi principali per aumentare la forza del proprio personaggio in base alla classe scelta. In Diablo III invece gli attributi vengono aggiornati automaticamente, lasciando all’utente la scelta invece delle skill delle classi: ogni personaggio può accedere solo ad un certo numero di skill per classe, rendendo quindi lo sviluppo del personaggio più sofisticato visto che non sarà solo l’equipaggiamento a determinare cosa si può o non può fare. La sfida di questo nuovo sistema di sviluppo risiede quindi nello sviluppare un personaggio non estremamente legato alla classe scelta. Ogni analisi più profonda tuttavia è riandata dopo l’uscita del prodotto che, come già detto, dovrebbe avvenire il 15 Maggio.

 

Inserito nel mese di aprile 2012.
Vuoi rimanere aggiornato con le novità del blog? Sottoscrivi il nostro feed RSS.

Lascia un Tuo Commento: