OS X Mountain Lion In Preview Per Gli Sviluppatori: Cosa Aspetta Agli Utenti Apple

Da pochi giorni Apple ha rilasciato OS X Mountain Lion Preview for Developers, ovvero la versione in anteprima a disposizione dei soli sviluppatori accreditati Apple che hanno la possibilità di scaricare la prossima versione del sistema operativo per Mac e provarlo sulle proprie macchine test, al fine di scoprirne le nuove funzionalità “dietro lo schermo” e potere iniziare a programmare app adatte alla nuova piattaforma, contemporaneamente segnalandone i bugs.

OS X Mountain Lion, secondo il programma di Apple, dovrebbe essere distribuito in versione stabile agli utenti finali in estate, seguendo la tempistica che è stata di OS X Lion, uscito appunto l’estate scorsa. OS X Mountain Lion segna, per Apple, un importante punto di svolta: le oltre 100 nuove funzioni annunciate promettono all’utente una esperienza totalmente nuova, che in molti casi ricalcherà le funzionalità e le atmosfere che si trovano al momento su iOS, il sistema operativo mobile per iPod Touch, iPhone ed iPad che più hanno coinvolto e sono state utili a chi può già provarle.

iCloud vedrà, ad esempio, una integrazione molto più intima con OS X, permettendo di condividere e ritrovare i propri file sempre sincronizzato su tutti i dispositivi mobili e fissi Apple di cui si dispone, senza più la necessità di spostarli fisicamente attraverso trasferimento di file o a mezzo pendrive. Nell’ambito della sicurezza, che molto interessa Apple, è stato rimpiazzato il sistema File Quarantine con Gatekeeper, che specifica nuove regole che consentiranno o meno il lancio di una app in base alla sorgente di provenienza: l’utente può specificare se lanciare qualsiasi tipo di app, le app provenienti unicamente dal Mac App Store, o anche quelle provenienti da sviluppatori autorizzati.

Sul fronte ludico, OS X Mountain Lion vede l’introduzione di Game Center ed il supporto alla connettività AirPlay: avendo a disposizione un iPod Touch, iPhone, iPad potremo utilizzarli come gamepad per i videogiochi, avendo quindi a disposizione dei controller touch screen di altissime performance. Game Center  invece l’applicazione, ereditata da iOS, che consente di gestire i propri videogiochi in maniera da tenere traccia e i progressi ottenuti indipendentemente dal sistema operativo sul quale vengono utilizzati, quindi ancora una volta OS X ed  iOS diventano fortemente interlacciati, e che permette anche di trovare altri giocatori sulla rete per effettuare partite in multiplayer.

OS X Moutain Lion segna, per Apple, una nuova era in cui l’informatica mobile e fissa si fondono per dare all’utente un unico continuum di utilizzo indipendente dal dispositivo con il quale interagisce.

Rispondi